dove posso andare in barca a vela

Dove posso andare in vacanza in barca a vela?

Vista di notte da Porto Azzurro - foto di Giuseppe Grossi

Volete andare in vacanza in barca a vela ma non sapete dove? Qualche consiglio utile su quattro meravigliose località del Mediterraneo e su dove noleggiare la vostra barca a vela ideale.

Noleggiare una barca a vela

Partiamo dalla prima domanda fondamentale, dove posso noleggiare una barca per visitare i miei luoghi da sogno?
I charter sono tantissimi, ubicati nelle diverse località che vorreste visitare.. Quindi non dovete per forza affrontare lunghe traversate.. Tanti sono anche i siti internet che fanno da mediatori e aggregano numerosi charter.
Solo qualche consiglio:

  • non guardate solo il prezzo!! Non state noleggiando un dannato camper, ma un’imbarcazione per affrontare il mare aperto!! In mare non esistono aree sosta di emergenza, se il vostro natante vi presenta un’avaria al motore o qualche sgradevole inconveniente, non potete accostare e fare l’autostop..
  • se vi rivolgete ad un sito che fa da aggregatore di charter per trovare la vostra barca a vela ideale, attenzione al fatto che oltre a svolgere una funzione di mediazione, il sito o la sua organizzazione, vi dia anche garanzie di sicurezza e affidabilità sui charter e sulle barche che state per noleggiare.
  • non limitatevi a cliccare e pagare con la vostra carta di credito, ma telefonate o scrivete!! Informatevi sulle condizioni contrattuali e sullo stato dei natanti segnalati.

Ci sono tanti siti per trovare la vostra barche a vela, ma uno di quelli che mi sento di poter consigliare per noleggiare la vostra barca è italycharter.it . Il sito ha anche un interessante motore di ricerca che vi permette di selezionare la vostra barca in base alle vostre esigenze: area geografica, tipo di barca, numero di cabine, anno del natante, cantiere e dotazioni (randa steccata, avvolgiranda, elica di prua ecc. ecc.).

Comunque non fermatevi al primo, girate, cercate recensioni e opinioni sul charter o sul mediatore che vi sta noleggiando l’imbarcazione.

Arcipelago Toscano

Seconda domanda fondamentale.. Dove posso andare??

Una delle mie mete preferite è sicuramente l’Arcipeago Toscano. Alcune delle sue isole sono veramente spettacolari.
L’isola d’Elba offre numerose cale in cui ormeggiare in rada ben protette dal vento e dal mare. L’isola ha anche numerosi porti turistici.
I più famosi sono Porto Ferraio e Porto Azzurro, ma potete trovare approdi turistici anche a Marciana Marina e Rio Marina. In estate certo conviene chiamare prima, per verificare la disponibilità di posti liberi. Se non li trovate non vi preoccupate, potrete ormeggiare in rada in una delle tante calette dell’isola o all’ancora di poppa a Marina di Campo. L’isola offre ovviamente anche molte alternative per la vita a terra, ristoranti, locali caratteristici dove prendere un aperitivo e divertirsi.

Numerose sono le spiagge, le più famose per le spiagge bianche sono Marina di Campo, Cavoli, Fetovaia, Seccheto e Sant’Andrea. Se volete invece spiagge dorate potete trovare a sud le spiagge di Procchio, Biodola, Lacona e Lido di Capoliveri. Nella parte della costa ovest di Porto Ferraio, invece, trovate altre spiagge bianche come Le Ghiaie, Capo Bianco, Sansone. Insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Da visitare è sicuramente anche l’isola del Giglio. Il porto è molto piccolo.. Da scartare l’ipotesi di trovare un ormeggio in porto. Rimane quindi solo l’opzione in rada. Ricordatevi però che la costa della penisola è veramente vicina, Porto Santo Stefano dista solo 11 miglia. Il mare è stupendo con acqua cristallina e fondali meravigliosi per le immersioni. Anche l’interno dell’isola è molto bello, sicuramente da visitare..

Le altre isole dell’arcipelago Pianosa, Capraia, Gorgona, Montecristo e Giannutri sarebbero bellissime da visitare, ma sono parco naturale e hanno diverse restrizioni alla navigazione.. Alcune sono inavvicinabili con un’imbarcazione privata, Montecristo per il parco naturale, la Gorgona per il carcere..
Se volete andarci l’unica possibilità è con mini crociere organizzate.

Unica eccezione è per l’isola di Giannutri, dove è consentito l’attracco e la permanenza in rada per la notte nelle aree di Cala Maestra e di Cala Spalmatoio.

Attenzione però a rispettare i divieti di navigazione nelle altre zone dell’isola!!

Arcipelago della Maddalena

Uno dei luoghi più affascinanti per navigare è l’arcipelago della Maddalena. Le sue isole sono famosissime e bellissime.
Le più importanti sono La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Budelli, Santa Maria, Razzoli, Spargi.
Il mare della Sardegna è uno dei più belli in assoluto e i fondali sono spettacolari. Ho visitato la Sardegna più volte, sia dal mare che da terra.. in barca ovviamente è un’altra cosa..

In estate, le isole dell’arcipelago, sono meta di un flusso notevole di turisti. Le autorità hanno stabilito, per questa ragione, diverse restrizioni alla navigazione da diporto.
L’ancoraggio è consentito solo in alcune zone previa autorizzazione. Numerosi sono tuttavia i campi boa, alcuni gratuiti, alcuni a pagamento.
Informatevi prima sul sito del parco lamaddalenapark.it, ve lo consiglio vivamente. Sopratutto rispettate le norme per la tutela ambientale!!

Direte, ma i porti?? I porti sono ovviamente numerosi, considerate però che in estate sono difficilmente avvicinabili, sia per i costi di ormeggio che per la disponibilità di posti.. Anche fare rifornimento di gasolio è imbarazzante .. Insomma se mettete meno di 5000 eu. di gasolio e non lasciate una mancia di 100 eu. al benzinaio, vi guardano storto..

Decisamente non posti da velisti, ma più da imbarcazioni che sembrano “ferri da stiro” tanto per capirci..

Porto di Bonifacio

Quando siete alla Maddalena non potete non guardare cosa c’è di là.. Lo stretto delle Bocche di Bonifacio, un nome mitico per tutti i velisti.. I 15 – 20 nodi di vento non ve li nega mai anche nelle giornate più tranquille.. 🙂
Il mio consiglio è attraverarlo e provare a trovare un posto nel porto di Bonifacio.. La vista delle scogliere dal mare al tramonto è una cosa indimenticabile. Entrare nella stretta gola di accesso al porto è una emozione fortissima. La città è stupenda, i vicoli e le stradine sono piene di ristorantini e locali dove mangiare e passare una splendida serata a terra..

Per le signore.. Le stradine son tutte in salita, ripidissime e con ciottoli come pavimentazione, si sconsigliano i tacchi.. 🙂

Isole Baleari

Se siete ardimentosi una volta a Bonifacio potreste pensare di andare alle Baleari.. Che ci vuole.. Una cinquantina di miglia fino a Porto Torres e poi altre 200 circa per Minorca.

Minorca è veramente incantevole, offre numerose calette dove ormeggiare in rada con spiagge bianche e bellissime. Il porto principale è Ciutadella. In estate anche qui è un problema trovare posti per ormeggiare, personalmente abbiamo dovuto attraccare fra un traghetto e l’altro per fare rifornimento d’acqua.. Gli ormeggi sono spesso in terza fila.. Insomma non il massimo.. Però l’isola è meravigliosa, una natura selvaggia e incontaminata. Le spiagge sono quasi tutte per “naturiste”, non siete ovviamente obbligati a mettervi nudi come vermi, ma aspettatevi simpatiche famigliole di nudisti che vi circolano intorno, lì è normale ed in fondo è il suo bello.

Fra le curiosità, mentre gettate l’ancora, sulle scogliere potreste notare anche qualche residuato bellico della cultura Hippy che vive in grotte, ovviamente nudo come mamma lo ha fatto..

Da Minorca a Palma sono un’altra novantina di miglia.. Potreste fare una sosta in una delle numerose cale della costa sud-est dell’isola dalle parti del parco naturale di Mondragó vicino alla cittadina di Santanyì. In quella zona c’è cala Figuera una delle più belle e famose dell’isola.

La città di Palma è il centro urbano più grande dell’arcipelago. Non offre un granché dal punto di vista paesaggistico, ma se vi piace la vita notturna non è male. A Palma risiede una grande comunità di cubani.. Si possono trovare numerosi locali dove ballare la salsa se siete appassionati.

Palma è sicuramente una delle isole meno gettonate dagli italiani, personalmente l’ho trovata bellissima, sopratutto nell’interno. Insomma se potete passarci due tre giorni, vi conviene noleggiare una macchina e visitare l’interno andando su fino a Manacor o visitando il parco naturale di Mondragó appunto, fra carrubi e oleandri..

Ibiza e Formentera francamente non le ho visitate.. un po’ perché troppo mondane per i miei gusti.. un po’ perché un po’ troppo in là.. Insomma prima o poi dovevo tornare a casa.

Che vi devo dire a questo punto.. Ah si buon vento!!

 
inserisci attivita

Dove posso andare in vacanza in estate?

Prossimo articolo »

Dove posso andare a sciare?

3 Commenti

  1. 1 luglio 2015

    se volete andare in vacanza in barca sul sito http://www.boaterfly.com/it potete trovare barche per le vostre vacanze in co-navigazione con i proprietari

     
    Rispondi
  2. elena toschi
    20 aprile 2016

    io ho trovato una splendida vacanza sul sailscanner.it , ho contatto l’oganizzatore e in pochi giorni ero in mare!

     
    Rispondi
    • danilotrix
      20 aprile 2016

      Grazie per il suggerimento Elena. Molto gentile 🙂

       
      Rispondi

Scrivi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares